Vagamondo

Vagamondo

Cos'รจ uno scambio internazionale

Gli scambi di giovani, o scambi internazionali, sono esperienze formative interculturali che riuniscono gruppi di giovani da paesi diversi per approfondire insieme un tema comune, condividere le proprie conoscenze e migliorare le proprie competenze attraverso attività quali laboratori, dibattiti, momenti di riflessione, simulazioni, attività all'aperto, esercizi, giochi, escursioni ed altre attività che hanno anche lo scopo di facilitare l'acquisizione di conoscenze e di consapevolezza verso realtà socio-culturali diverse. La lingua principale usata durante gli scambi è di norma l'inglese.

Chi può partecipare
Possono prendere parte agli scambi internazionali tutti i giovani regolarmente residenti in Italia con un'età compresa tra i 13 e i 30 anni. Ogni progetto è rivolto ad un target specifico di partecipanti. Il group leader guida e supporta i partecipanti del proprio paese prima, durante e dopo l'esperienza; spesso i leader fanno parte del Team che coordina lo scambio; per questa figura non ci sono limiti d'età.

Quanto durano
Uno scambio internazionale cofinanziato dalla Commissione Europea attraverso il programma Erasmus Plus dura di solito tra una settimana e 10 giorni, ma può arrivare fino ad un massimo di 21 giorni di attività. Questi progetti si avvalgono spesso di attività di preparazione dei partecipanti prima della partenza e di attività successive volte a consolidare le competenze maturate o/e a diffonderle nella propria realtà di provenienza.

Dove si svolgono
La maggior parte dei progetti finanziati dai fondi del programma Erasmus Plus si svolge nei paesi membri della Comunità Europea o in paesi limitrofi quali Turchia, Norvegia, Islanda, Macedonia, Liechtenstein. I progetti iniziano con la preparazione pre-scambio nei paesi di origine dei partecipanti, proseguono con lo scambio che viene realizzato quasi sempre nel paese dell'associazione promotrice, spesso in una struttura di accoglienza residenziale in cui si svolgono anche la maggior parte delle attività e si concludono nei paesi di provenienza dei partecipanti tramite la realizzazione delle attività post-scambio.

Chi li organizza
Gli scambi internazionali Erasmus Plus sono realizzati da 4 attori principali.

I partecipanti: costituiscono un elemento attivo e fondamentale perché sono al tempo stesso destinatari del programma e coloro che attraverso una partecipazione attiva ne determinano l'evoluzione.

Le associazioni organizzatrici: sono le associazioni che decidono di collaborare per un obbiettivo comune che si vuole raggiungere tramite la realizzazione dello scambio. Si distinguono in associazione promotrice (quella responsabile della coordinazione, della gestione del progetto nei confronti dell'ente che ha erogato i fondi e che ospita lo scambio nel proprio paese) e associazioni partner (quelle che nei diversi paesi formano, preparano e accompagnano un gruppo di partecipanti allo scambio). Il progetto viene organizzato insieme da tutte le associazioni coinvolte: ne delineano scopi, modalità di realizzazione, programmi, scelgono il target dei partecipanti a cui rivolgersi, si occupano di coordinare le questioni pratiche, logistiche, le comunicazioni, di garantire la visibilità e di disseminare i risultati nella propria realtà locale, organizzano le attività preparatorie e coordinano quelle che seguono le esperienze all'estero; si occupano di richiedere e di amministrare i fondi per realizzare i progetti e della relativa parte burocratico-amministrativa.

Partner locali: Sono enti pubblici, privati e persone fisiche che collaborano con le associazioni promotrici in diverse fasi del progetto, possono dare supporto per la visibilità sul territorio, collaborare con le associazioni organizzatrici per le questioni logistiche, relative al programma e per la diffusione dei risultati.

Commissione Europea: attraverso programmi europei quali l'Erasmus Plus (programma europeo per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport) la Commissione Europea cofinanzia questi progetti. I fondi vengono concessi dalle Agenzie Nazionali del programma, nel caso dell'Italia l'Agenzia Nazionale per i Giovani.

Spese
Questi progetti sono supportati da fondi europei che ne coprono parzialmente le spese: è previsto un rimborso per le spese di viaggio che varia da scambio a scambio ed un budget per l'alloggio, il vitto, i materiali e altre spese legate allo svolgimento delle attività del progetto. Le associazioni organizzatrici possono chiedere un contributo economico ai partecipanti per coprire spese fuori budget.

 

Scambi internazionali aperti per iscrizioni

Consulta nostri scambi internazionali passati

Leggi le testimonianze dei nostri partecipanti